logo-ristrutturo la mia casa

Un progetto solido per la tua ristrutturazione

Relazione energetica ex legge 10: cos’è e quando è obbligatoria?

relazione energetica ex legge 10-relazione energetica ex legge 10 91-legge 10-ex legge 10-ex legge 10 cos'è-relazione energetica-relazione tecnica-ristrutturare casa torino

Guida essenziale per conoscere tutti gli aspetti pratici della relazione energetica ex legge 10

Affrontare la burocrazia è uno dei principali ostacoli per chi desidera ristrutturare casa.

In Italia infatti, le normative da conoscere per iniziare ad avviare un qualsiasi intervento edilizio, sono davvero tante e spesso, in continuo aggiornamento.

Oggi ad esempio, andremo a conoscere più da vicino un documento fondamentale che deve essere presentato prima dell’inizio dei lavori e che nel corso degli anni ha subito diversi aggiornamenti.

Un elaborato tecnico che, se stai pensando di ristrutturare casa, effettuando dei lavori che andranno a modificare le prestazioni energetiche del tuo edificio, devi assolutamente conoscere.

Mi riferisco in particolare alla relazione energetica ex legge 10.

In questa mini guida vedremo infatti:

-Che cos’è l’ex legge 10 e a cosa serve la relazione energetica;

-Quali sono i casi in cui è obbligatorio presentare la relazione energetica ex legge 10;

-Quali sono invece i casi in cui la relazione energetica non è necessaria;

Come possiamo aiutarti a redigere la relazione energetica per avviare i tuoi lavori di ristrutturazione.

Detto questo, prima di iniziare a conoscere la relazione energetica ex legge 10, facciamo un piccolo salto nel passato.

relazione energetica ex legge 10-relazione energetica ex legge 10 91-legge 10-ex legge 10-relazione energetica-relazione tecnica-ristrutturare casa piemonte

Dagli anni ’70 ad oggi: L’evoluzione delle normative energetiche in Italia

Siamo negli anni ‘70, in piena crisi energetica data dall’aumento repentino del prezzo del petrolio.

L’Italia inizia a introdurre delle linee guida con la legge 373 del 30 marzo 1976 con l’obiettivo di contenere il consumo energetico per usi termici degli edifici.

Negli anni ‘90 poi, questa norma si è evoluta nella legge 10 del 1991 per regolamentare gli interventi edilizi al fine di migliorare:

-l’efficienza energetica degli edifici;

-promuovere un utilizzo più sostenibile dell’energia.

Questo provvedimento poi prevedeva la creazione dell’attuale relazione energetica o relazione tecnica, a seconda del tipo di intervento.

L’intento era quello di certificare che gli interventi edilizi effettuati su un edificio rispettassero le normative sul risparmio energetico.

La legge 10 poi si è evoluta con il D.Lgs. 192/2005 che ha introdotto importanti novità per l’efficienza energetica degli edifici e ha stabilito requisiti ancora più dettagliati e rigorosi.

Di conseguenza, la relazione energetica è diventata uno strumento più completo e finalizzato a garantire standard più elevati in termini di sostenibilità e risparmio energetico.

Cos’è la Relazione Energetica ex-legge 10?

relazione energetica-relazione tecnica-relazione energetica ex legge 10-relazione energetica ex legge 10 91-legge 10-ex legge 10

Come abbiamo detto, la relazione tecnica è un documento che contiene dati e dettagli specifici sulle performance e l’efficienza energetica di un edificio e dei relativi impianti.

Il progettista (che può essere un architetto o un ingegnere abilitato), elabora il documento inserendo tutte le informazioni cruciali, come ad esempio:

-Dettagli sull’intervento edilizio previsto;

-Fattori tipologici dell’edificio coinvolto;

-Dati tecnici e costruttivi riguardanti l’edificio, le strutture e gli impianti (ad esempio l’impianto termico, di illuminazione o fotovoltaico ecc.);

-Prestazioni e rendimento energetico previsti;

-Verifiche e attestazioni sulla conformità alle normative energetiche;

-Informazioni sulle soluzioni adottate per migliorare l’efficienza energetica;

-Caratteristiche climatiche della zona in cui si trova l’edificio durante tutto l’anno;

-Indici di prestazione energetica per la climatizzazione invernale/estiva e per la produzione di acqua calda sanitaria.

L’azienda incaricata poi deve seguire attentamente questi parametri, poiché, alla fine, il direttore dei lavori verificherà che siano stati rispettati tutti gli aspetti indicati nella relazione.

Ma quali sono i casi in cui la relazione tecnica è obbligatoria?

In quali casi è obbligatoria la Relazione Energetica?

Per rispondere a questa domanda, dobbiamo prendere in riferimento l’allegato 1 (che puoi scaricare da qui) del Decreto interministeriale del 26 giugno 2015.

In questa normativa infatti vi sono riportate le principali tipologie di intervento in cui è obbligatoria la relazione energetica ex legge 10 ovvero:

-Nuova costruzione;

-Ristrutturazioni importanti di primo e secondo livello;

-Riqualificazioni energetiche.

Vediamoli nel dettaglio…

Nuova costruzione

Dall’articolo 1.3 vediamo che per nuova costruzione si intende gli:

Edifici nuovi o sottoposti a demolizione e ricostruzione;

relazione energetica ex legge 10-relazione energetica ex legge 10 91-legge 10-ex legge 10-certificazione energetica-relazione tecnica legge 10

L’ampliamento volumetrico di edifici esistenti superiori al 15% della volumetria preesistente o comunque superiori a 500 m3.

ristrutturare casa-ristrutturare piemonte-torino-relazione tecnica-legge 10-ex legge 10-studio progettisti piemonte

Ristrutturazione di primo livello e secondo livello

Dall’articolo 1.4.1 vediamo che per ristrutturazioni importanti di primo livello si intende: 

-Un intervento che interessa l’involucro edilizio con un’incidenza superiore al 50% della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio 

Per intenderci, si intende l’insieme delle superfici dell’involucro dell’edificio che influenzano lo scambio termico con l’esterno.

Oltre a questo, serve anche la ristrutturazione dell’impianto termico per il servizio di climatizzazione invernale e/o estiva.

studio progettisti torino-studio progettisti piemonte-legge 10-ex legge 10-relazione energetica ex legge 10-relazione energetica-relazione tecnica

Per quanto riguarda le ristrutturazioni di secondo livello invece, si parla sempre di interventi sull’involucro edilizio ma con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio. 

Inoltre, a differenza delle ristrutturazioni di primo livello, in questo caso non è necessario ristrutturare in contemporanea anche l’impianto termico.

relazione energetica deroghe-relazione tecnica-relazione energetica ex legge 10-ex legge 10-ristrutturare casa torino

Cosa si intende con ristrutturazione dell’impianto termico?

Prima di continuare con l’ultimo caso, quello relativo alle riqualificazioni energetiche, voglio chiarire un attimo cosa si intende per ristrutturazione dell’impianto termico.

In sostanza, la ristrutturazione di un impianto termico consiste in una modifica importante che coinvolge sia la produzione, sia la distribuzione che l’emissione del calore. Può includere la trasformazione da impianto centralizzato a individuale, o la modifica dell’impianto nelle singole unità immobiliari.

Per chiarezza poi, ti riporto la definizione per intero che puoi trovare anche nelle FAQ MISE pubblicate nell’ottobre 2015 che puoi scaricare da qui

“La ristrutturazione di un impianto termico è definita nel d.lgs. 192/2005 come un insieme di opere che comportano la modifica sostanziale sia dei sistemi di produzione che dei sistemi di distribuzione ed emissione del calore. 

Rientrano in questa categoria anche la trasformazione di un impianto termico da centralizzato a impianti termici individuali nonché la risistemazione impiantistica nelle singole unità immobiliari, o in parti di edificio, in caso di installazione di un impianto termico individuale previo distacco dall’impianto termico centralizzato.

Per modifica sostanziale di un impianto termico si intende: 

– sostituzione contemporanea di tutti i sottosistemi (generazione, distribuzione ed emissione); 

– sostituzione combinata della tipologia del sottosistema di generazione, anche con eventuale cambio di vettore energetico, e dei sottosistemi di distribuzione e/o emissione.”

legge 10-ex legge 10-relazione energetica-relazione tecnica-ristrutturazione impianto termico-torino-piemonte

Riqualificazioni energetiche

Per quanto riguarda il discorso delle riqualificazioni energetiche invece, l’articolo 1.4.2 ci dice che in questa casistica rientrano:

-Gli interventi che coinvolgono una superficie inferiore o uguale al 25% della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio;

Ristrutturazione o nuova installazione dell’impianto di

riscaldamento, di raffrescamento e produzione dell’acqua calda sanitaria;

-Sostituzione del solo generatore di calore come caldaie o pompe di calore.

legge 10-ex legge 10-ex legge 10 cos'è-riqualificazione energetica torino-cigliano

Relazione Energetica ex legge 10: Deroghe e casi particolari 

Prima di elencarti i casi in cui la relazione energetica non è necessaria, ci tengo a sottolineare una cosa molto importante…

La normativa prevede che le verifiche e i requisiti di prestazione energetica si applicano:

All’intero edificio in caso di costruzione o ristrutturazione di primo livello;

Solo agli elementi interessati in caso di ristrutturazioni di secondo livello o riqualificazioni energetiche.

Per quanto riguarda le deroghe invece, risultano esclusi dall’applicazione dei requisiti minimi di prestazione energetica: 

-Gli interventi di ripristino dell’involucro edilizio che coinvolgono unicamente strati di finitura, interni o esterni, ininfluenti dal punto di vista termico (ad esempio la tinteggiatura);

-Il rifacimento di porzioni di intonaco che interessino una superficie inferiore al 10% della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio; 

-Gli interventi di manutenzione ordinaria sugli impianti termici esistenti. 

-La sostituzione dei generatori di calore (se la potenza nominale è inferiore a 50 kW);

Interventi di sola sostituzione di finestre rientranti come riqualificazione energetica (con superficie disperdente inferiore al 25% del totale).

riqualificazione energetica-ristrutturare-ristrutturare casa-ristrutturare torino-piemonte-ristrutturazione casa

Vuoi ricevere un’assistenza completa su tutti gli aspetti burocratici?

Bene, siamo giunti alla fine di questo articolo dedicato alla relazione energetica ex legge 10.

Come hai visto, si tratta di un documento fondamentale che può essere rilasciato solo da professionisti, come progettisti o termotecnici, abilitati nel campo dell’efficienza energetica.

In Ristrutturo la mia casa ad esempio, oltre a darti un’assistenza completa su tutti gli aspetti burocratici, siamo in grado di redigere tutte le pratiche edilizie necessarie per ogni tipo di intervento da realizzare.

Dalla Relazione Energetica ex legge 10 alla creazione dell’Attestato di Prestazione Energetica (APE).

ristrutturare casa torino-ristrutturare casa piemonte-legge 10-relazione tecnica-torino

Se vuoi iniziare a dare vita al tuo progetto e conoscere più da vicino tutte le pratiche burocratiche necessarie che dovrai affrontare, clicca qui sotto per richiedere subito la tua analisi preliminare.

Clicca qui per compilare una richiesta guidata

Alberto Vigliano

Ingegnere di Ristrutturo la mia casa – Torino

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

idee per ristrutturare casa-ristrutturo-la-mia-casa- progettisti torino
Richiedi la tua copia gratuita di

101 idee

per aiutarti a ristrutturare casa

La guida passo passo per scegliere le migliori finiture per la tua casa

La guida passo passo
per scegliere le migliori finiture per la tua casa