logo-ristrutturo la mia casa

Un progetto solido per la tua ristrutturazione

Ecobonus 2024: come funziona, cosa rientra e chi può richiederlo

ecobonus-ecobonus 2024-detrazioni fiscali-agevolazioni fiscali-come funziona ecobonus-processo fiscale ecobonus-ristrutturare casa-piemonte-torino-ristrutturazione

Scopri come accedere all’Ecobonus 2024 per rendere la tua casa più efficiente dal punto di vista energetico, con detrazioni dal 50% all’85%.

L’Ecobonus rappresenta un incentivo fiscale molto importante per gli interventi che mirano a diminuire l’uso di energia e a favorire l’impiego di fonti rinnovabili.

Ma quali sono le novità del nuovo ecobonus 2024?

Possono accedere tutti a queste detrazioni?

Queste sono solo alcune domande che affronteremo in questa guida al nuovo ecobonus 2024.

Un tema che abbiamo già affrontato più volte in passato ma che abbiamo aggiornato viste le importanti novità introdotte quest’anno.

Nell’articolo scoprirai:

– Cos’è l’ecobonus e quali sono le novità più importanti;

– Come funziona l’ecobonus e tutte le detrazioni previste dal 50% all’85% (compresi i costi massimi);

– Quali sono gli interventi previsti nel nuovo ecobonus 2024 e chi può richiederlo;

Come ottenere la detrazione e quali sono le documentazioni necessarie.

Come funziona l’Ecobonus?

Introdotto con la Legge di Bilancio del 2007, l’Ecobonus è una detrazione fiscale per tutti quegli interventi volti a ridurre i consumi energetici e promuovere l’adozione di fonti di energia rinnovabile.

ecobonus 2024-detrazioni fiscali-agevolazioni fiscali-come funziona ecobonus-processo fiscale ecobonus-ristrutturare casa piemonte

Il vantaggio consiste in una detrazione dall’IRPEF o dall’IRES, divisa in 10 rate annuali uguali (l’agevolazione può essere richiesta per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2024).

L’importo varia a seconda se l’intervento è su una singola unità immobiliare o un condominio, nonché l’anno di esecuzione dell’opera.

Si tratta di un’iniziativa attualmente disciplinata dall’articolo 14 del decreto legge 63/2013 che nel corso degli anni, è stata modificata e prorogata più volte.

Quest’anno, l’Ecobonus 2024 offre una gamma diversificata di aliquote, che variano dal 50% all’85%, a seconda della natura degli interventi energetici adottati.

Vediamoli insieme…

Detrazioni Ecobonus 50%: gli interventi agevolati

Per accedere all’Ecobonus, gli interventi devono essere realizzati su unità immobiliari o edifici esistenti, di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, compresi quelli strumentali per l’attività d’impresa o professionale, merce o patrimoniali.

Per quanto riguarda gli interventi agevolati al 50% abbiamo:

-La sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza energetica di classe A.

Detrazione massima prevista: 30.000 €

-La sostituzione o la nuova installazione di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

Detrazione massima prevista: 30.000 €

-L’acquisto e la posa in opera di finestre comprensive di infissi.

Detrazione massima prevista: 60.000 €

-L’acquisto e la posa in opera di schermature solari.

Detrazione massima prevista: 60.000 €

ecobonus-ecobonus 2024-detrazioni fiscali-agevolazioni fiscali-come funziona ecobonus-processo fiscale ecobonus-ristrutturare casa piemonte

Detrazioni Ecobonus 65%: gli interventi agevolati

Per quanto riguarda gli interventi agevolati al 65%, tra i principali abbiamo (qui trovi la lista completa):

-La sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione.

(realizzati e concepiti per funzionare in abbinamento tra loro)

Detrazione massima prevista 30.000 €

-La sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori d’aria calda a condensazione.

Detrazione massima prevista 30.000 €

-La sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.

Detrazione massima prevista 30.000 €

-Gli interventi sulle strutture opache verticali e orizzontali di edifici esistenti che rispettino i requisiti di trasmittanza termica.

Detrazione massima prevista 60.000 €

-L’installazione di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in:

  • piscine e altre strutture sportive;
  • case di ricovero e cura;
  • istituti scolastici e università.

Detrazione massima prevista 60.000 €

-Riqualificazione energetica ovvero tutti quegli interventi che vanno a incidere sulla prestazione energetica dell’edificio, tra i principali citiamo:

  • interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale;
  • impianti di cogenerazione, trigenerazione, allaccio alla rete di teleriscaldamento, collettori solari termici;
  • interventi di coibentazione delle strutture opache e di sostituzione delle finestre comprensive di infissi.

Detrazione massima prevista 100.000 €

-L’acquisto e la posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti.

Detrazione massima prevista 100.000 €

ecobonus-ecobonus 2024-detrazioni fiscali-agevolazioni fiscali-come funziona ecobonus-processo fiscale ecobonus-ristrutturare casa torino

Detrazione Ecobonus dal 70% all’85%

L’ecobonus 2024 poi offre altre aliquote che vanno dal 70% all’85% che interessano le parti comuni degli edifici condominiali.

Ecobonus 70%

Tutti gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, che interessino l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda.

Ecobonus 75%

Tutti gli interventi di miglioramento energetico delle parti comuni degli edifici condominiali, volti a incrementare l’efficienza invernale ed estiva e raggiungere almeno la “qualità media” definita nelle tabelle 3 e 4 dell’allegato 1 al DM 26/06/2015.

In entrambi i casi, la detrazione massima prevista è di 40.000 € (moltiplicato per il numero delle unità immobiliari dell’edificio).

ecobonus-ecobonus 2024-detrazioni fiscali-agevolazioni fiscali-come funziona ecobonus-ristrutturare casa-piemonte-torino

Ecobonus 80% – 85%

Le detrazioni di importo superiore riguardano le spese relative agli interventi su parti comuni degli edifici condominiali che comprendono:

-un miglioramento energetico;

-una riduzione della classe di rischio sismico (l’edificio deve appartenere alle zone sismiche 1, 2 o 3).

Se gli interventi portano alla riduzione di:

– 1 classe di rischio sismico, abbiamo una detrazione dell’80%;

– 2 classi di rischio sismico, abbiamo una detrazione dell’85%.

In entrambi i casi, la detrazione massima prevista è di 136.000 € (moltiplicato per il numero delle unità immobiliari dell’edificio).

ecobonus 2024-ecobonus-detrazioni fiscali-agevolazioni fiscali-ristrutturare casa piemonte-torino-ristrutturazione

Chi ha diritto all’Ecobonus nel 2024?

Secondo quanto riportato dall’Agenzia delle Entrate, possono accedere alla detrazione dell’Ecobonus tutti i contribuenti residenti e non residenti, titolari di qualsiasi tipologia di reddito.

Parliamo quindi di:

– persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni;

– contribuenti titolari di reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali):

– società semplici e associazioni tra professionisti:

– enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

Il beneficio dell’Ecobonus poi spetta a chi possiede o ha la disponibilità dell’immobile su cui si eseguono i lavori. Per citarti i principali (la lista completa la puoi trovare qui):

– il proprietario o il nudo proprietario;

– il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);

– l’inquilino o il comodatario dell’immobile

– i familiari conviventi, vale a dire il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado.

Come ottenere la detrazione Ecobonus 2024?

Per ottenere la detrazione ecobonus, è necessario effettuare i pagamenti tramite bonifico bancario o postale (dal 17 febbraio 2023 non è più ammesso lo sconto in fattura o la cessione del credito).

Inoltre è fondamentale ottenere questi documenti:

L’asseverazione da parte di un tecnico abilitato sulla conformità degli interventi ai requisiti tecnici prescritti.

L’Attestato di Prestazione Energetica (nel nostro blog puoi trovare una guida dettagliata sull’APE) che contenga i dati relativi all’efficienza energetica dell’edificio.

L’APE dev’essere compilato da un tecnico non coinvolto nei lavori e in alcuni casi non è necessaria (qui trovi tutti i casi in cui non serve).

Una scheda descrittiva con gli interventi realizzati, riportando:

  • i dati identificativi dell’edificio e di chi ha sostenuto le spese; 
  • il costo e la tipologia dell’intervento eseguito;
  • il risparmio annuo di energia che ne è conseguito;
  • l’importo utilizzato per il calcolo della detrazione.
ecobonus-detrazioni fiscali-agevolazioni fiscali-come funziona ecobonus-processo fiscale ecobonus-ristrutturare casa-piemonte-ristrutturare torino

Questi documenti vanno trasmessi in via telematica all’ENEA entro 90 giorni dal termine dei lavori.

Vuoi sapere a quali agevolazioni hai diritto?

Bene, siamo giunti alla fine di questa guida al nuovo Ecobonus 2024.

Come puoi notare, le novità e le informazioni necessarie per usufruire delle detrazioni Ecobonus sono numerose e c’è sempre il rischio di commettere errori.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni per capire se puoi accedere all’Ecobonus o ad altre agevolazioni specifiche per il tuo caso, contattaci pure per una prima ANALISI PRELIMINARE del tuo progetto.

Possiamo darti un’assistenza a 360° su ogni aspetto che riguarda burocrazia o agevolazioni, compresa la creazione di tutte le pratiche specifiche per il tuo caso, come ad esempio l’APE.

Se vuoi saperne di più, clicca qui per compilare una richiesta guidata

Alberto Vigliano 

Ingegnere di Ristrutturo la mia casa – Torino

* Tutte le informazioni riportate sono relative solo ed esclusivamente all’Ecobonus 2024.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Richiedi la tua copia gratuita di

Guida

agevolazioni fiscali 2024

La guida rapida alle detrazioni sulle ristrutturazioni

La guida rapida alle detrazioni sulle ristrutturazioni